PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI 11-12 MAGGIO 2021

programma elettorale ELEZIONI 11-12 MAGGIO 2021

intro

Il 20 maggio Uninformazione Tor Vergata compirà ufficialmente 6 anni. Un periodo relativamente breve nella vita di una persona ma estremamente ampio e intenso se si pensa al percorso di crescita e formazione di uno studente universitario. 6 anni, per un’Associazione universitaria, sono un periodo molto grande, all’interno del quale tantissime persone si susseguono, apportando esperienze, competenze e opinioni così come dubbi, errori e paure.

UIF è nata con uno scopo ben preciso: aiutare gli studenti ad avere una visione un po’ più chiara e consapevole di ciò che li aspetterà in futuro e di quelle che sono le loro attitudini e capacità. Migliorare il percorso dei nostri coetanei significa contribuire al miglioramento e alla crescita dell’intero ecosistema universitario e di tutta la società. Già, perché per noi l’Università è molto più che un’istituzione, è uno spazio di crescita e confronto unico e insostituibile per ogni individuo.

Crediamo che ogni studente debba vivere questi anni nel modo più intenso possibile, rischiando, mettendosi alla prova e cercando di migliorare ciò che lo circonda; la nostra filosofia consiste nel mettersi al servizio della società per contribuire al progresso migliorando sé stessi.

In 6 anni di associazionismo e oltre 40 iniziative organizzate abbiamo avuto modo di crescere individualmente e come gruppo e di conoscere da vicino l’Ateneo di Tor Vergata, analizzandone problemi, potenzialità e limiti. Sulla base di ciò, abbiamo elaborato un ampio e dettagliato programma elettorale, con il quale ci proponiamo alle prossime elezioni studentesche di maggio 2021. È un programma ambizioso, dettagliato e razionale che ci impegniamo a portare avanti, come gruppo e individualmente, con tutti noi stessi, seppur senza garanzie assolute che tutto ciò venga realizzato nei prossimi 2 anni.

Non ti chiediamo di votarci, ma di leggere tutto ciò che proponiamo e scegliere liberamente se sostenerci o meno.

Team Uninformazione

DIDATTICA | + inclusività, + pratica, + tutele

  1. Il periodo pandemico ha costretto e portato ognuno di noi a riorganizzare la propria vita sociale e i propri spazi. Quello che oggi chiediamo è una maggiore apertura ad una riapertura. Alcune facoltà hanno già iniziato a lavorare in tal senso, mentre altre sono rimaste indietro soprattutto per problemi collegati ad una mancanza di personale qualificato adibito alla sorveglianza degli spazi comuni come le aule studio. Quello che proponiamo è:
  • presentare una proposta volta alla creazione di un tavolo di lavoro riconosciuto come commissione “straordinaria” che, oltre a coinvolgere dirigenti di Ateneo e personale qualificato, accolga anche i rappresentanti degli studenti delle diverse facoltà con l’obiettivo di informare e comunicare i protocolli e le iniziative in essere alla comunità studentesca.
  1. Occorre una maggiore attenzione alle esigenze dello studente, sia durante che dopo il percorso accademico/formativo; un’attenzione che deve esplicitarsi sia nella programmazione didattica su lezioni ed esami che sui contenuti didattici. Per questo motivo chiediamo una didattica più incentrata sulla pratica, volta a costruire una libertà professionale per lo studente e a prepararlo al meglio per l’introduzione nel contesto lavorativo. Di seguito le nostre proposte.
  • Intensificare il numero di tirocini, laboratori, simulazioni di problemi attitudinali e case study pratici proposti direttamente dalle aziende nell’ambito del percorso accademico e negli specifici insegnamenti. Questa proposta è realizzabile mediante un’estensione delle collaborazioni esterne dell’Università con enti e associazioni di categoria, nonché mediante il dialogo costante con il tessuto produttivo e istituzionale.
  • Intensificazione da parte dei singoli docenti durante il corso, soprattutto per particolari facoltà, dell’utilizzo di strumenti informatici.
  • Registrazione e caricamento delle lezioni anche post-covid sul canale Teams del corso, in modo tale che i contenuti didattici siano fruibili sia dagli studenti non frequentanti che dai frequentanti.
  • Razionalizzazione delle date degli esami mediante un aumento del numero minimo di giorni tra un appello e l’altro.
  • Miglioramento della comunicazione tra studenti e segreterie studenti e didattiche mediante la somministrazione di questionari informativi che mettano in risalto le problematiche principali.

SERVIZI COMUNI e DIRITTO ALLO STUDIO | + efficienza, + collaborazione, + innovazione

I servizi di Ateneo necessitano in più e diversi punti di essere potenziati e migliorati, al fine di garantire un’esperienza più efficiente e coinvolgente alla comunità studentesca. In tal senso ci poniamo i seguenti macro-obiettivi:

  • mappare l’allocazione dei fondi per una maggiore efficienza allocativa delle risorse esistenti;
  • avanzare proposte concrete per il reperimento di nuove risorse finanziarie.

Le nostre proposte in questa ampia area di intervento sono divise di seguito per area.

Segreterie

Il problema delle segreterie si è accentuato durante il periodo pandemico creando diversi disagi agli studenti in particolare in determinati momenti quali quelli dell’immatricolazione, del pagamento delle tasse ecc. Le problematiche sono collegate principalmente alla carenza di personale.

Di seguito le nostre proposte in quest’area.

  • Creazione di un canale Teams dedicato delle segreterie (cosa già esistente in altri atenei): Microsoft Teams offre tutti gli strumenti necessari a gestire le attività di segreteria, inclusa la possibilità di implementare un sistema di prenotazione chiamate. Questo sistema permette di dividere la giornata in slot in cui gli studenti possono prenotarsi con un responsabile della segreteria.
  • Implementazione, sia per la segreteria studenti che per quelle didattiche, di un sistema di prenotazione online, collegato al suddetto canale Teams, che aiuti nella gestione delle file.
  • Creazione di una sezione FAQ sul sito dedicata a quelle domande che vengono poste con una certa frequenza via mail. Tale sezione dovrà essere continuamente aggiornata dai vari responsabili delle segreterie al fine di costruire un sistema informativo sempre più capillare e dettagliato.
  • L’organizzazione periodica, a livello centrale di Ateneo, di corsi di aggiornamento per il personale delle segreterie sull’utilizzo di strumenti digitali utili all’efficientamento e al potenziamento dei servizi.

Ufficio Placement

Le iniziative curate dall’ufficio Placement sono essenziali per collegare l’Università con il mondo del lavoro e permettere agli studenti di compiere scelte consapevoli e orientate per il proprio futuro.

Di seguito le nostre proposte in quest’area.

  • Creazione di un nuovo sito dell’ufficio Placement maggiormente dinamico e con un’esperienza utente al passo con i tempi e con le esigenze del digitale.
  • Creazione di canali di contatto diretti tra ufficio Placement, segreterie didattiche e docenti, al fine di veicolare in modo efficace ed efficiente le opportunità professionali esistenti di cui spesso gli studenti non vengono a conoscenza.

Servizio di sostegno psicologico

Il periodo attuale ha sottolineato l’importanza assoluta del servizio di sostegno psicologico per la componente studentesca. Esso dovrebbe essere adeguatamente sponsorizzato e si dovrebbe intervenire per facilitarne l’accesso su larga scala.

A tal fine chiediamo lo stanziamento di maggiori risorse dedicate a questo servizio nel prossimo bilancio previsionale di Ateneo.

LazioDisco

Ci poniamo come obiettivo il miglioramento della comunicazione tra Ateneo e LazioDiSCo (Ente regionale per il Dritto allo Studio) affinché i criteri dei bandi di diritto allo studio rispecchino le esigenze e le necessità degli studenti, sia da un punto di vista economico che sociale e di sviluppo personale e professionale.

DIGITALE | + all’avanguardia, + interattivo

La digitalizzazione dei servizi e dei processi è una prerogativa fondamentale per qualsiasi azienda, pubblica e privata, che persegua obiettivi di sostenibilità e innovazione.

In questo ambito le proposte di UIF sono le seguenti.

  • Verificare lo stato dell’arte della connessione Wi-Fi di Ateneo e, qualora fosse necessario, pianificare degli interventi migliorativi. Negli ultimi anni Tor Vergata ha pianificato diversi interventi sulla rete infrastrutturale ma che non hanno portato ad un miglioramento effettivo del servizio.
  • Potenziare l’ufficio Centro di Calcolo per rendere sistematiche le attività di analisi dati e facilitare l’operato dei vari uffici amministrativi, oggi bloccati da diversi vincoli tecnici e burocratici.
  • Implementare, a livello centrale, un sistema organico e sistematico di e-mail marketing che consenta ai vari uffici di usufruire di un database condiviso e filtrato di tutti i dati degli studenti. Questo agevolerebbe fortemente la comunicazione all’interno dell’Università tra l’istituzione e i suoi studenti, in particolare per quanto concerne la condivisione delle informazioni fondamentali.
  • Rifacimento e riorganizzazione di diversi siti di facoltà, oggi non all’altezza di un’Università di importanza internazionale come la nostra. Proponiamo, inoltre, che i rappresentanti degli studenti vengano coinvolti in modo diretto nel design della esperienza utente dei vari siti, in modo da individuare al meglio i bisogni pratici di navigazione.

SOSTENIBILITà E RIQUALIFICAZIONE | + innovazione, + coinvolgimento del territorio

UIF sostiene che sostenibilità e riqualificazione urbana, civile e sociale sono obiettivi fondamentali che l’Università deve porsi quotidianamente in ogni propria azione amministrativa, politica ed esecutiva.

A supporto di ciò, in quanto Associazione studentesca, lavoreremo su progetti di mobilità sostenibile, di riduzione dell’utilizzo della plastica e degli sprechi e di riqualificazione delle aree del territorio limitrofo all’Ateneo.

Di seguito le nostre proposte elettorali.

  • Incentivare le collaborazioni dell’Università con le realtà civiche del territorio romano e laziale che da anni si muovono con efficacia in ottica sostenibilità e riqualificazione (Retake Roma, Romaltruista e altre), al fine di incentivare progetti di recupero delle aree di Tor Vergata, Giardinetti, Tor Bella Monaca, Torre Spaccata e Torre Angela.
  • Eliminazione dell’uso della plastica dalle macchinette del caffè e dai distributori automatici.
  • Limitare gli sprechi di cibo della mensa LazioDisu mediante una convenzione con la startup Too Good To Go, che permetterebbe agli studenti di acquistare dei box degli avanzi della cucina.
  • Creazione di un servizio di bike-sharing interno all’Università. Diversi atenei stanno implementando sistemi condivisi e digitalizzati di mobilità sostenibile; Tor Vergata, considerata la sua posizione logistica piuttosto complicata necessita di soluzioni che permettano, in particolare agli studenti che abitano nelle aree limitrofe di muoversi in modo indipendente.
  • Incentivare l’organizzazione di eventi culturali, laboratori e di progetti di riqualificazione sociale per migliorare l’area di Tor Bella Monaca.

COMUNITà INTERNAZIONALE | + condivisione, + accoglienza

Un’Università sempre più immersa in un contesto internazionale e con una massiccia presenza di studenti stranieri deve pensare costantemente all’integrazione delle comunità internazionali che la frequentano, animano e colorano. Sono ancora troppe le “sfide” che devono affrontare gli studenti internazionali una volta approdati nel difficile territorio di Tor Vergata.

Di seguito le nostre proposte affinché la comunità internazionale si integri con quella esistente in un’ottica di contaminazione multiculturale ed etnica e di reciproco supporto.

  • Istituzione di corsi in lingua italiana previsti nel piano di studi per gli studenti internazionali.
  • Organizzazione istituzionale di iniziative culturali alla scoperta di Roma, che consentano agli studenti di conoscere la città e di avere momenti di confronto e conoscenza con gli studenti italiani.
  • Istituzione di una figura di rappresentanza mirata a tutelare gli studenti internazionali da ogni forma di xenofobia e generale discriminazione.
  • Organizzazione di club studenteschi a tema per facilitare il dialogo e l’inclusione (es. club tematici su specifici argomenti e club di appassionati).

PLACEMENT | + sviluppo, + connessioni, + esperienze e opportunità

Segui il corso, studia dal libro, sostieni l’esame. Adesso ripetilo fino al giorno della tua laurea. Se pensi che la vita universitaria possa essere diversa da così, allora anche tu sostieni insieme a noi la visione della nostra Associazione.

Studiare è fondamentale, ma altrettanto lo sono tutte quelle esperienze che in questi anni ci permettono di conoscere meglio noi stessi, le nostre attitudini e capacità e ciò che realmente desideriamo fare. La parola chiave del nostro secolo per il mondo degli studenti, in un mondo sempre più connesso e ricco di informazioni, è orientamento. L’Università deve fare di più per fare in modo che ogni studente riesca ad orientarsi meglio sul proprio futuro e sul compiere scelte consapevoli. Per far questo è necessario intensificare notevolmente il numero di tutte quelle esperienze e opportunità di interazione con il mondo professionale, istituzionale, sociale e civile. L’Università che sogniamo è quella in cui in pausa pranzo puoi incontrare e dialogare liberamente con un ricercatore, un imprenditore, un manager, un volontario internazionale o qualsiasi altro individuo che possa apportare un valore, raccontando la sua esperienza, al proprio percorso.

Di seguito le nostre proposte per il miglioramento del placement di Ateneo.

  • Organizzare in modo sistematico e periodico iniziative di orientamento lavorativo con le principali aziende in tutte le facoltà.
  • Organizzare in modo sistematico workshop rivolti a tutte le facoltà finalizzati al miglioramento del proprio profilo professionale (Linkedin e Curriculum Vitae) e all’offrire spunti e consigli per migliorare l’attività di ricerca di lavoro.
  • Aumentare notevolmente la frequenza dei Career Day e dei Career Faire, oggi organizzati in sole 2 facoltà dell’Ateneo e una sola volta l’anno. Dobbiamo essere consapevoli che ci sono università competitor che organizzano attività di questo genere con frequenza persino mensile.
  • Instaurare dei rapporti di convenzione con partner esterni organizzatori di iniziative innovative quali hackathon, business game e challenge e favorire l’integrazione di tali iniziative all’interno dei programmi didattici e dei singoli insegnamenti.
  • Aumentare il numero di convenzioni con associazioni di imprese e di categoria per favorire il matching tra domanda e offerta di lavoro.
  • Organizzare un programma di pre-accelerazione per progetti imprenditoriali rivolto agli studenti di tutte le facoltà. Ad oggi tutte le principali università romane possono vantare programmi di imprenditorialità di eccellenza organizzati dai maggiori partner in ambito innovazione a livello nazionale. Tranne Tor Vergata.

VITA UNIVERSITARIA | + condivisa, + accogliente

Tor Vergata è indubbiamente una delle università con le maggiori difficoltà da un punto di vista logistico. Da ciò ne conseguono le grandi difficoltà di coinvolgimento della comunità universitaria in iniziative extra-didattiche.

Immaginate un ambiente innovativo in cui tornare a vivere l’Università, ricco di nuove e svariate attività che possono andare dalla scoperta della magia di Roma fino alla partecipazione ad attività divulgative offerte dalle associazioni studentesche e dall’Ateneo; questa è la vita universitaria che vogliamo per noi e per tutti gli studenti.

Di seguito alcune delle nostre proposte per migliorare l’esperienza universitaria e il campus studentesco.

  • Istituzione di un ufficio apposito dell’Ateneo dedicato al campus universitario e alla promozione di tutte le attività e le esperienze di valore dell’Università. Tale ufficio dovrà avere un rapporto stretto di collaborazione e cooperazione con tutte le associazioni studentesche.
  • Organizzazione sistematica di attività culturali alla scoperta di Roma organizzate dall’ufficio sopracitato.
  • Riconoscimento istituzionale e sponsorizzazione delle attività delle associazioni dell’Ateneo. Tor Vergata è una delle Università più indietro nel supporto alle associazioni studentesche e alle attività da esse organizzate e da ciò ne consegue uno scarsissimo interesse degli studenti verso l’associazionismo in tutte le sue sfaccettature.
  • Utilizzo dei numerosi spazi verdi esistenti per l’organizzazione di attività ludiche quali aperitivi, eventi sportivi ed eventi musicali e artistici.
  • Bookcrossing aperto a tutte le facoltà dell’Ateneo.
  • Attribuzione di CFU per meriti sportivi ottenuti in tutte le attività nazionali e internazionali a cui l’Ateneo prende parte tramite il CUS.
  • Organizzazione di competizioni sportive annuali interne all’Ateneo sul modello “Olimpiadi”. Tale format potrebbe essere replicato anche in collaborazione con altri atenei romani e del Lazio.

INFRASTRUTTURE e TRASPORTI | + servizi

Come detto in precedenza, Tor Vergata è una delle Università con maggiori difficoltà da un punto di vista logistico, considerando la sua posizione periferica rispetto al centro della città. Tuttavia, un’importante novità dello scorso anno potrebbe segnare un grandissimo cambiamento; il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato il via ad un finanziamento di oltre 213 milioni di euro per la nuova tramvia di Roma “Termini – Giardinetti – Tor Vergata”. Si tratta di risorse per il trasporto rapido di massa che consentiranno la procedura di trasformazione della linea ferroviaria “Roma – Pantano” in linea tramviaria e il passaggio di proprietà dalla Regione Lazio al Comune di Roma.

Uninformazione si impegna a:

  • seguire l’andamento del progetto sopracitato e ad informare la comunità studentesca sull’andamento dei lavori e su altre questioni di pubblica utilità.

Oltre ciò, nell’ambito del miglioramento della viabilità pubblica e dei servizi ad essa collegati proporremo:

  • la realizzazione di almeno un attraverso pedonale che colleghi la zona di Giardinetti con la Facoltà di Ingegneria.
  • di instaurare delle convenzioni con COTRAL e ATAC per la vendita dei biglietti degli autobus all’interno dei bar delle varie facoltà.

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO | + connessioni, + investimenti

La ricerca scientifica universitaria rappresenta un traino innovativo per lo sviluppo e per la crescita della società. Il nostro Ateneo si propone di aumentare la cooperazione e l’interconnessione con le imprese favorendo il trasferimento dei risultati della ricerca all’industria e al territorio (c.d. trasferimento tecnologico).

Al fine di valorizzare i risultati della ricerca proponiamo i seguenti punti.

  • L’organizzazione di un Expo della ricerca che rappresenti un’importante occasione per creare sinergie e collaborazioni con il tessuto produttivo e per attrarre potenziali investimenti.
  • La mappatura, tramite apposita piattaforma digitale, di tutti gli spin-off di ricerca e di tutti i brevetti depositati dall’Ateneo al fine di favorire il matching con le imprese.

ULTERIORI PROPOSTE

Oltre alle proposte sopraelencate riportiamo di seguito alcuni punti ulteriori non rientranti negli ambiti di riferimento.

  • Proporre la modifica dello Statuto di Ateneo con lo scopo di reintegrare la componente TAB (Tecnico Amministrativa e Bibliotecaria) all’interno dei membri del Consiglio di Amministrazione, con l’obiettivo di valutare efficacemente i servizi comuni offerti alla comunità studentesca.
  • Supervisionare in modo capillare sull’allocazione delle risorse del PNRR che giungeranno al nostro Ateneo, affinché vadano a potenziare la ricerca e i servizi comuni.
  • Proporre l’integrazione di indicatori ausiliari a quelli ANVUR, per una più approfondita valutazione della qualità dei servizi e del benessere degli studenti.

Se sei arrivato fino qui e hai concluso la lettura del nostro programma, allora hai già contribuito, informandoti consapevolmente, a rendere Tor Vergata un’Università migliore.

Qualora volessi darci il tuo sostegno per le elezioni di questo maggio accedi alla piattaforma e-vote e supporta i nostri candidati!